Evu Italia

ASAIS - EVU ITALIA

Associazione Europea per la Ricerca e l'Analisi degli Incidenti Stradali

Benvenuti nel sito provvisorio di ASAIS-EVU Italia Varie

prova-sponsor

Valutazione attuale:  / 0
Italian language  English language  German language 

For the first time Italy will be hosting the EVU Annual Congress in the marvelous city of Florence. Evu Italia is in charge of organizing this event which is so important for European reconstructors and not only for them.

The organizers, together with EVU’s Board, decided that the main topics of the 22nd Annual Congress will be the following: accidents of two wheel vehicles (reconstruction and safety), human factors in road accidents (also in relationship with active safety systems) and the use of data from EDRs (Event Data Recorder) in reconstruction. At the end, we will hold the usual Open Forum which will allow those who performed interesting research in different sectors to offer their contribution to our event.

The attached program shows how both the level of study and research on road accident is increasing and the field of analysis is widening, without compromising on accuracy and scientific analysis.

In order to allow all participants to enjoy the quality of the Conference we have organized simultaneous interpreting into three languages (English, Italian and German).

As chairman of the organizing committee, I am pleased to invite you to take part in the 22nd EVU Congress in Florence from 17th to 19th October 2013. While making sure we carefully selected the topics and the congress location, we also made any effort to ensure that after working hard you will enjoy the beauty, culture and cuisine of our wonderful region. 

We look forward to seeing you in Florence.

                                                                                                                                                          Kind regards         
   

 Sponsored by 
 

 
 
  

XIV CONVEGNO NAZIONALE ASAIS

Valutazione attuale:  / 0

Locandina XIV CONVEGNO NAZIONALE ASAIS

Allegati:
Scarica questo file (Pieghevole XIV Convegno Nazionale Asais.pdf)Locandina XIV CONVEGNO NAZIONALE ASAIS[Locandina XIV CONVEGNO NAZIONALE ASAIS]512 Kb

Ing. Mauro Balestra: MEETING per gli Specialisti in tecnica di ricostruzione dell’ incidente stradale

Valutazione attuale:  / 0

Perché un Meeting ?

L' incontro è sempre un momento di comunicazione, di condivisione e di confronto dove i Professionisti si riuniscono per approfondire e discutere un tema di particolare interesse comune.

Durante gli ultimi workshop si è constatato un notevole aumentato di interesse per la ricerca di settore ed in particolare per quella mirata alla quantificazione dei valori che la nostra attività di ricostruzione dei sinistri stradali ci impone di utilizzare nei calcoli delle velocità dei veicoli coinvolti.

Omicidio stradale: intervista al Prof. Dario Vangi

Valutazione attuale:  / 1

Caro iscritto,

volentieri pubblichiamo sul nostro sito parte dell’intervento di Dario Vangi a una trasmissione televisiva su Rai 2 avente come oggetto l’Omicidio stradale (e il link alla registrazione completa). Nel suo intervento, al di là della legge di recente approvazione, Dario  mette bene in evidenza il ruolo dell’analista ricostruttore nel processo penale, illustrandone la centralità (tecnica) e la criticità. Bene ha fatto a enfatizzare come, da sempre delicato e di grande responsabilità, il ruolo dell’analista ricostruttore oggi assuma delle connotazioni ancora più rilevati, essendo chiamato ad essere il ‘braccio tecnico’ del Giudice in processi che possono comminare pene altissime, anche sulla base delle nostre perizie.

Bene ha fatto Vangi, a raccontare quello che negli ultimi 10-15 anni si è fatto, in Italia, per innalzare sempre di più il livello tecnico (e non solo) di noi professionisti, attraverso una formazione e un aggiornamento continui, il lavoro per la messa a punto delle Norme UNI e per portare a compimento il percorso della certificazione.

LE ANALISI AGLI ELEMENTI FINITI NELLE RICOSTRUZIONI DEGLI INCIDENTI STRADALI (Convegno 2017) Introduzione di V. Rivano Presidente di ASAIS-EVU Italia

Valutazione attuale:  / 1

 Abbiamo già parlato delle analisi agli elementi finiti (FEA) applicate alla nostra professione, in una giornata studi di EVU Italia del 2015, dal titolo ‘Tecnologie avanzate al servizio dei ricostruttori’.

Nell’intervento, dell’ing. Luca Biagini, ci furono presentate le caratteristiche fondamentali dell’analisi agli elementi finiti e quali sono i vari passaggi che portano dalla formalizzazione del problema alla soluzione (numerica e approssimata) delle equazioni differenziali che descrivono i fenomeni da studiare.

Abbiamo visto che l’idea di base è quella di trasformare un problema ‘reale’, e dunque caratterizzato dalla continuità (della materia , delle interazioni e delle forze in gioco) in un problema ‘discreto’ nel quale un insieme di parti di dimensioni finite (elementi finiti) sono connesse e interagiscono attraverso determinati punti (nodi).

Ci è stato mostrato che, per eseguire un’analisi agli elementi finiti, è necessario passare attraverso tre fasi fondamentali: il pre-processing, durante il quale si crea il modello dal punto di vista geometrico, dei materiali e delle condizioni al contorno; il solving, la risoluzione del sistema di equazioni differenziali, e il post- processing, che prevede la restituzione grafica e numerica dei risultati (oltre che la validazione degli stessi).

(Convegno 2017) Sperimentazione di attraversamento incrocio e svolta a sinistra di biciclette Relatore: Antonio Pietrini

Valutazione attuale:  / 2

Sperimentazione di attraversamento incrocio e svolta a sinistra di biciclette

 Relatore: Antonio Pietrini

con la collaborazione di Francesco Balzaretti

 

Sperimentare direttamente quanto attiene la nostra attività di analisti ricostruttori, anche per molti di quegli aspetti per i quali esiste già un’ampia letteratura, è importante, sia per avere conferma di dati che da quella letteratura possono essere attinti, sia per avere ben chiara la procedura con cui quei dati sono stati raccolti.

Avere certezza di qual è stato il metodo con cui i risultati sono ottenuti consente sicuramente una loro migliore “spendibilità” all’interno di una relazione, in quanto permette all’analista ricostruttore che utilizza quei dati di conoscere con maggiore puntualità quanto siano riferibili a quel caso specifico, potendone richiamare le attinenze oppure evitando di farvi riferimento quando i rilievi divergano sostanzialmente dal caso in esame.

Sottocategorie

Sei qui: Evu Italia Varie